Cos’è la mediazione

La mediazione civile e commerciale

 

La MEDIAZIONE, finalizzata alla CONCILIAZIONE, è una procedura di risoluzione delle controversie, in base alla quale un terzo neutrale, imparziale ed indipendente – il MEDIATORE – non decide, ma assiste le parti, guidando la loro negoziazione e orientandole verso la ricerca di un accordo reciprocamente soddisfacente.

Il Mediatore professionista iscritto nelle liste del Ministero di Giustizia, attua le procedure per giungere ad un accordo vantaggioso per entrambe le parti attive nella lite, promuovendo l'ascolto attivo e la mutua collaborazione nel problem solving.

Le parti, con l'assistenza del Mediatore, possono non solo risolvere il problema specifico, ma giungere al risultato di ristabilire ed anche rafforzare le proprie relazioni. Le parti, esprimendo la loro visione del disaccordo ed ascoltandosi reciprocamente, possono giungere alla soluzione, decidendo ambito e portata dell'accordo, secondo i bisogni e gli interessi personali. 

La mediazione può essere attivata su domanda di parte prima di iniziare un giudizio, oppure su invito del giudice, valutata la natura della causa, lo stato dell'istruzione e il comportamento delle parti (art. 5 co.2 D.Lgs. 28/10) oppure quando è prevista da una clausola contrattuale di mediazione.

Il Decreto Legislativo n. 28 del 4 Marzo 2011 ha introdotto in Italia la Mediazione per la Conciliazione delle controversie civili e commerciali, rendendola obbligatoria (dal 20 Marzo 2011) per un certo numero di materie (elencate all'art. 5 del D.Lgs. 28/2010).

Dal 20 marzo 2011, pertanto, il ricorso obbligatorio alla mediazione e l’auspicabile accordo fra le parti raggiunto tramite la funzione del mediatore professionista, sostituisce il lungo e costoso iter processuale civile e contribuisce a deflazionare il crescente incremento di contenziosi, tutelando meglio gli interessi di tutti gli attori coinvolti

Il verbale di accordo fra le parti redatto dal Mediatore costituisce poi titolo esecutivo per l'espropriazione forzata e per l'esecuzione in forma specifica e per l'iscrizione dell'ipoteca giudiziale (art. 12 D. Legs. 28/2010).

 

COME ATTIVARE LA PROCEDURA DI MEDIAZiONE

Basta compilare un modulo, scaricabile o compilabile on line, ed inoltrarlo a noi di Gef Napoli Mediazione. Successivamente, la segreteria provvederà al deposito dell'istanza ed alla convocazione delle parti coinvolte nella lite, fissando e comunicando una data per il primo incontro con il mediatore professionista nominato dall'organismo. Da quella data, il mediatore indicherà le procedure da seguire con le parti per la risoluzione del conflitto con soluzioni soddisfacenti, costi ridotti e tempi brevi.

 

I VANTAGGI DI MEDIAZIONE NAPOLI

Costi Contenuti.

Il costo massimo della mediazione con la Gef mediazione Napoli è sempre conoscibile prima dell’avvio del procedimento in quanto è predeterminato. Tutti gli atti e i documenti relativi al procedimento di mediazione sono esenti dall’imposta di bollo e da ogni altra spesa,tassa o diritto di qualsiasi specie e natura.

Risolve una controversia in tempi brevi senza ricorerre al tribunale.

Il procedimento di mediazione con la Gef mediazione Napoli ha una durata massima di 3 mesi, nella maggior parte dei casi si riesce a terminare la procedura entro 30 giorni dalla data di presentazione dell’istanza.

Salvaguardia i rapporti futuri.

La Gef mediazione Napoli non si occupa “freddamente” di trovare solo una soluzione ma si impegna anche, grazie all’esperienza dei suoi mediatori , a risolvere i problemi tra le parti tramite il dialogo, appianando le liti. Ciò permette, a chi lo desidera, di salvare i rapporti con l’altra parte, valore concretamente tangibile nei rapporti commerciali, patrimoniali e personali.

Tutti vincono perché non c’è un terzo che decide per te

Mentre una sentenza toglie qualsiasi libertà di decisione alle Parti, affidandosi alla Gef mediazione Napoli, invece, si demanda alle Parti la piena capacità di decisione e di gestione dei conflitti. Ciò permette di trovare una soluzione soddisfacente per tutti. Nel processo, al contrario, rimarrà sempre qualcosa di non risolto, perché almeno una delle due parti deve accettare una perdita. Non ci sarà mai la piena soddisfazione di entrambe e spesso anche la parte vittoriosa non sarà pienamente soddisfatta.

Allontana il rischio dell’inadempimento.

Attraverso il supporto dei mediatori della Gef mediazione Napoli , le parti, avendo deciso in maniera autonoma, aderiscono spontaneamente alla soluzione concordata e sono disponibili al suo adempimento con notevole risparmio di tempo, di danaro e di ulteriori potenziali conflitti. In ogni caso l’accordo, una volta sottoscritto, è un titolo esecutivo che ha la stessa efficacia di una sentenza.

 

MATERIE OGGETTO DI MEDIAZIONE OBBLIGATORIA

La mediazione, dal 20 marzo 2011 è obbligatoria e, come tale, condizione di procedibilità nel processo, vale a dire, prima di adire le sedi della giustizia ordinaria è necessario avere concluso un procedimento di conciliazione. L'obbligatorietà non riguarda però la totalità della cause civili, ma soltanto quelle con una conflittualità particolarmente elevata o in cui la lite è destinata a protrarsi per lungo tempo.
In particolare, nella conciliazione obbligatoria, come indicato all'articolo 5, D.Lgs 28/2010, rientrano tutte le controversie in materia di:

-Condominio
-Diritti Reali
-Locazioni .
-Patti di famiglia
-Successioni
-Responsabilità medica
-Divisioni
-Comodato
-Contratti assicurativi, bancari e finanziari
-Affitti di azienda
-Diffamazione a mezzo stampa o con altro tipo di pubblicità 


Per tutte le altre materie la mediazione finalizzata alla conciliazione può essere avviata dalle parti volontariamente, sia prima che durante il processo.

 

Per ulteriori informazioni sulla mediazione e sul procedimento contattaci telefonicamente o scrivici una mail.

Ti risponderemo al più presto.

 

 NAPOLI MEDIAZIONE

Email: napoli@gefmediazione.it

Pec: gefnapolimediazione@pec.it